Informativa sui cookie

venerdì 10 giugno 2011

L'EMIGRAZIONE



In questi giorni abbiamo letto un capitolo di geografia che parla degli immigrati in Italia.

Ce ne sono parecchi anche qui da noi: li vediamo tutti i giorni, a scuola, per la strada, davanti ai supermercato, ai centri commerciali, nelle spiagge, ecc.

La maestra ci ha detto che sicuramente molti nostri parenti, amici e conoscenti in passato (e ancora oggi) emigravano in altri posti del Nord Italia, d’Europa, dell’America per cercare un lavoro, una casa, una vita migliore.

Partivano, lasciando la loro famiglia, perché c’era molta miseria; infatti era appena finita la 2^ Guerra Mondiale.

Ogni volta che incontriamo degli immigrati pensiamo che sono persone come noi e, quindi, dobbiamo aiutarli a stare meglio, diventando loro amici. Per questo motivo dedichiamo a loro e ai nostri lettori "Titanic", una bella canzone di Francesco De Gregori.

9 commenti:

Ciccio ha detto...

Ciao Maestra sono Fabio ma non dovevi mettere il video della canzone Titanic??????????

Maestra Marina ha detto...

Fabio, il video c'é: devi cliccare sul titolo del post per vederlo.
Baci.

Ciccio ha detto...

Grazie maestra l'ho trovata non lo sapevo che bisognava cliccare sul titolo :((.....
Ciaoooooo!!!

Alessia ha detto...

Ciao maestra!!,anche ieri ho visto un emigrato davanti al supermercato.CIAO!!!!

Maestra Marina ha detto...

Tra qualche giorno ne vedremo qualcuno in più anche qui da noi. il telegiornale oggi ha detto che sono arrivo in Sardegna circa 870 immigrati.
Ciao Alessia.

Alessia ha detto...

Maestra io il video della canzone "Titanic" l'ho trovato oggi.
CIAO!!!:)

Alessia ha detto...

Maestra noi nel primo disegno avevamo disegnato anche un immigrato nella strada.Perché non c'è?
CIAO!!:-)

Ciccio ha detto...

Alessia non c'è perché sicuramente non ci stava nello scannerizatore oppure perché nel blog non ci stava tutto il disegno

Maestra Marina ha detto...

Ciao Alessia,

non era possibile pubblicare il disegno intero perchè non era completo. Lo sto rivedendo ora: l'immigrato è completo, colorato ma intorno a lui non c'è niente... una stradina non colorata e, dietro di lui, tanto spazio bianco da disegnare e colorare.

Pubblicare il disegno così incompleto non sarebbe stato bello, non credi? E' anche vero che vi avevo detto che lo avrei finito di colorare io, ma poi ho visto che c'è anche da disegnare. In tal caso non sarebbe stato più un lavoro realizzato da te e dalle tue compagne.

Baci.